EU e-privacy

Direttiva EU e-Privacy

Questo Sito Web usa i cookies per gestire la autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Visitando il nostro sito web, tu accetti che possiamo memorizzare questo tipo di cookies sul tuo device.

Guarda la documentazione sulla direttiva e-Privacy

Hai deciso di non accettare i cookies. Questa decisione può essere annullata.

Hai accettato di memorizzare i cookies sul tuo computer. Questa decisione può essere annullata.

Litorale Romano - Vicende di una Bonifica

   

IMG 01 0008

Una terra malsana, regno di canneti, acquitrini e zanzare, groviglio di sterpaglie, scenario su cui pacati pastori cedono talvolta il passo a più animosi butteri (uniche presenze umane in questa campagna inospitale), che si ricompone in una geometria ordinata di campi coltivati, di orti, di strade ombrose, di canali in cui l’acqua sfuggita al fiume ritrova la sua compostezza fino al mare.
Mauro Lausdei, professionista della fotografia, ci racconta questo ‘miracolo’ della bonifica del litorale romano attraverso un interessante lavoro di documentazione non solo fotografica ma anche storica, dove trova spazio persino la voce di chi è stato protagonista di quel lento ma costante processo di ‘rieducazione’ di una terra che solo la tenacia e l’abitudine al lavoro duro dei coloni ha saputo rendere fertile e produttiva, generosa, gentile con l’uomo.
Pagina dopo pagina, l’autore ha raccontato questa sorta di gioco di tiro alla fune tra l’uomo e l’acqua delle paludi, l’uomo e le piante infestanti, l’uomo e le zanzare. E’ una lettura che fa riaffiorare, quasi fossero fotogrammi, le immagini che raccontano, giorno dopo giorno, la storia di una terra e di una gente: l’arrivo dei primi braccianti alla stazione di Fiumicino, le speranze presto disattese di trovare campi facilmente arrendevoli all’operato dell’uomo, una donna di campagna che prima di iniziare la sua lunga giornata di lavoro preleva campioni di sangue dal vicinato perché la malaria l’ha costretta a improvvisarsi infermiera, padre e figlio che, con stivaloni e un cane, costeggiano il fiume cacciando anitre nella foschia del primo mattino...
Mauro Lausdei, senza trascurare informazioni storico-geografiche, ...è riuscito a ‘fotografare’ anche l’umanità che ha reso possibile l’opera di bonifica: un’umanità fatta di coraggio, di dedizione, di amore per una terra che si vuol far diventare propria, ma anche di solidarietà e spirito di collaborazione, qualità che sole hanno permesso ai coloni la sopravvivenza in una terra tanto difficile. L’autore è così riuscito a realizzare qualcosa di più di un semplice lavoro documentaristico poiché porta il lettore a riflettere e soffermarsi su ciò che da sempre, dall’inizio dei tempi, lega l’uomo alla terra.                                                                                                                                                                                       Angela Putignano

 

Acquista qui il libro oppure scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.